I sindacati europei denunciano l'attacco del governo britannico ai lavoratori

Febbraio 1, 2023 | In primo piano, Comunicato stampa

Gli aumenti salariali sono fondamentali affinché i lavoratori possano mantenere uno standard di vita dignitoso durante la crisi del costo della vita. Tuttavia, dopo anni di stagnazione dei salari, il governo del Regno Unito sta ora tentando di far passare una legislazione per ridurre gli scioperi per legittime richieste salariali. Le federazioni sindacali europee deplorano l'approccio conflittuale del governo britannico e sostengono i lavoratori britannici in sciopero ei loro sindacati.

Il governo del Regno Unito sostiene che sta allineando le sue leggi a quelle di altri paesi dell'Europa occidentale. La realtà è che le leggi britanniche sullo sciopero sono già tra le più restrittive di paesi comparabili e la nuova legislazione consentirà ulteriori attacchi alle condizioni dei lavoratori.

La contrattazione collettiva, compreso il diritto di sciopero, è lo strumento principale con cui i lavoratori possono rivendicare salari più equi e migliorare le loro condizioni. È la norma in tutti i paesi che il governo del Regno Unito ha affermato di voler replicare.

Invece di tentare di sottomettere le richieste collettive dei lavoratori, il governo del Regno Unito dovrebbe ascoltare le questioni legittime che vengono sollevate. L'inflazione è a livelli record, così come i profitti aziendali. La soluzione sta nel colmare quel divario crescente tra chi accumula i profitti e chi subisce l'aumento dei prezzi, consentendo ai lavoratori di rivendicare una quota più equa del contributo che danno attraverso il loro lavoro.

Se il governo del Regno Unito fosse sincero nell'affrontare la crisi del costo della vita, inizierebbe affrontando le sue conseguenze sulle comunità di lavoro. Ciò passa innanzitutto attraverso aumenti salariali che tengono il passo con gli aumenti del costo della vita.

Il governo del Regno Unito sta tentando di isolare il movimento sindacale britannico. La loro narrazione cerca di separare i lavoratori lungo tutte le linee che ritengono possano creare divisione: lavoratori pubblici e privati, nazionali e stranieri, bianchi e BAME, uomini e donne, redditi medi e bassi, contratti precari e stabili.

Gli interessi dei lavoratori sono collettivi e la nostra forza sta nella nostra unità. Il movimento sindacale europeo è fermamente solidale con il movimento sindacale britannico sulla "protezione del diritto di sciopero" nazionale del TUC ogni giorno. La nostra risposta al tentativo del governo di dividere e isolare i lavoratori nel Regno Unito è rafforzare la nostra unità.

EAEA – European Arts and Entertainment Alliance EUROCOP – Confederazione europea di polizia
FETBB/FETBB – Federazione europea dei lavoratori edili e del legno
EFFAT – Federazione europea dei sindacati dell'alimentazione, dell'agricoltura e del turismo EFJ/FEJ – Federazione europea dei giornalisti
Unione europea IndustriALL commerciale
FSESP – Federazione Europea dei Sindacati dei Servizi Pubblici
ETF - Federazione europea dei lavoratori dei trasporti
ETUCE/CSEE – Comitato sindacale europeo per l'istruzione
UNI Europa – Unione Europea dei Lavoratori dei Servizi

Dichiarazione ETUF UK day of action 01.02.2023

Seguici su

FacebookYoutubeInstagramLinkedIn
Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi

Congresso 2019

%d blogger come questo: