L'EFFAT si unisce alla mobilitazione europea contro l'austerità

Ottobre 13, 2023 | Sotto i riflettori

Oggi 13 ottobre 2023, EFFAT si unisce al movimento sindacale europeo a Parigi come parte di Sulla strada per un accordo equo per i lavoratori per esprimere le preoccupazioni dei lavoratori circa l'imminente possibilità di un ritorno alle politiche di austerità dell'UE.

Secondo le recenti proposte di regole economiche della Commissione Europea, gli stati membri dell’UE con un deficit pubblico superiore al 3% o un rapporto debito/PIL superiore al 60% saranno obbligati a ridurre il loro deficit di bilancio di almeno lo 0.5% del PIL, ogni anno. Ciò richiederebbe che 14 Stati membri dell’UE riducano le loro spese di un minimo di 45 miliardi di euro l’anno prossimo o trovino finanziamenti equivalenti attraverso una maggiore tassazione.

Kristjan Bragason, segretario generale dell'EFFAT, ha dichiarato: 'Siamo uniti all'interno del più ampio movimento sindacale per chiedere un nuovo modello economico progressista che serva veramente gli interessi dei lavoratori. Questo modello dovrebbe allontanarsi dall’austerità e dalle condizioni di basso salario e, invece, sostenere gli investimenti nei servizi pubblici e la creazione di opportunità di lavoro sostenibili sostenute dalla contrattazione collettiva”.

 

"I lavoratori dell'agricoltura, della trasformazione alimentare, del turismo e del lavoro domestico sono tra i più colpiti dall'inflazione e dall'attuale crisi - ha affermato Enrico Somaglia, vice segretario generale dell'EFFAT; “Siamo qui oggi a Parigi per unirci al movimento sindacale europeo e chiedere salari dignitosi, una migliore ridistribuzione della ricchezza, aiuti pubblici alle imprese legati alla condizionalità sociale”.

La mobilitazione è stata indetta da otto organizzazioni sindacali francesi e si inserisce in un quadro più ampio Stop all’austerità 2.0 campagna e di a serie di iniziative incentrate sulla creazione di un futuro più equo per i lavoratori in tutta Europa.

 

 

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi

Congresso 2019