Firmato l'accordo dei partner europei CAE Coca-Cola dopo duri e lunghi negoziati

Dopo 3 anni di trattative, EFFAT e i partner europei della Coca-Cola (CCEP) hanno firmato un accordo tanto atteso che istituisce un comitato aziendale europeo.

Operando in 12 paesi europei e impiegando 23000 lavoratori, l'azienda è il più grande imbottigliatore di Coca-Cola a livello globale in termini di entrate.

L'accordo, che è il risultato di 16 incontri tra gli organi di negoziazione speciali (BNS) e la direzione, prevede quanto segue:

  • 2 riunioni plenarie e 3 riunioni del comitato ristretto all'anno
  • Rappresentanti britannici inclusi nel campo di applicazione dell'accordo dopo la Brexit
  • Definizione delle questioni transnazionali per includere potenziali impatti
  • Un processo di consultazione in caso di circostanze eccezionali che prevede tre diversi scenari
  • 1 esperto permanente più 1 coordinatore EFFAT che partecipano a tutte le riunioni, anche eccezionali
  • Allenamento e tempo libero

Commentando l'accordo appena firmato, il segretario generale dell'EFFAT Kristjan Bragason ha dichiarato: 'La negoziazione di questo accordo è stata un processo lungo e difficile. Ma ora abbiamo una struttura che garantirà il rispetto dei diritti di informazione e consultazione dei lavoratori. Allo stesso tempo non dimentichiamo che sin dalla fusione del CCEP nel 2016, i nostri affiliati hanno dovuto affrontare continui attacchi ai posti di lavoro e una crescente domanda di flessibilità. C'è molto lavoro da fare ma sono fiducioso che questo nuovo organismo rappresenterà uno sviluppo positivo per tutti i lavoratori del CCEP ”.

Il processo di designazione del CAE è attualmente in corso nei vari paesi. Il primo incontro CAE è previsto per la fine di marzo a Heathrow.

 

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi