Giornata internazionale della donna: svelare il lavoro invisibile  

EFFAT Urgesemplicemente Ricorsos riconoscere Unon pagato Lavoro domestico a beneficio collettivo delle donne 

La Giornata internazionale della donna (IWD) funge da piattaforma per denunciare le persistenti disparità di genere. Quest'anno, EFFAT si concentra su una questione critica: il lavoro domestico e di cura non retribuito. 

Il lavoro domestico e di cura non retribuito, svolto prevalentemente da donne in tutto il mondo, è una complessa rete di responsabilità intrecciate di genere norme sociali quale non solo perpetuano gli stereotipi, ma contribuiscono anche in modo significativo al divario retributivo di genere e allo squilibrio tra lavoro e vita privata, e la disuguaglianza di genere generale. 

 L'EFFAT sottolinea che è imperativo riconosceresIl lavoro domestico e assistenziale non retribuito è un aspetto discriminatorio del contributo delle donne alla società. Questo onere si estende oltre la famiglia, incidendo sull’accesso delle donne a lavori di qualità e sostenendo pratiche discriminatorie sul posto di lavoro. Le donne sono spesso impiegate in lavori precari (vale a dire lavori temporanei e part-time) a causa dei compiti di cura e domestici che devono svolgere. Tla sua precarietà occupazionale aggrava le situazioni di dipendenza economica, che possono costituire un terreno fertile per la violenza domestica così come violenza di genere sul lavoro. 

L’EFFAT esorta fortemente i governi e i datori di lavoro a riconoscere che il lavoro domestico e di assistenza è un’occupazione legittima cruciale per le nostre società, allontanandosi dall’idea obsoleta che sia esclusivamente una “attività femminile”. La ratifica e l'attuazione della Convenzione ILO C189 per il lavoro dignitoso per i lavoratori domestici rappresentano passi decisivi verso il riconoscimentosgarantire i diritti fondamentali dei lavoratori domestici e la necessità essenziale di assistenza e servizi domestici di qualità.  

 Con l'aumento della domanda di lavoro domestico, l'EFFAT richiede maggiori formalitàszione e accessibilità di servizi assistenziali e domestici pubblici e privati ​​di qualità, con l’obiettivo di eliminare il lavoro domestico non retribuito e non dichiarato. Questa iniziativa rientra nell’obiettivo generale di sradicare la disuguaglianza e la discriminazione tra uomini e donne nel mondo del lavoro. 

 Le richieste dell'EFFAT si estendono alla tempestiva applicazione delle direttive sulla trasparenza salariale e sull'equilibrio tra lavoro e vita privata in tutti gli Stati membri dell'UE. Inoltre, lo è cruciale promuovere e aumentare la partecipazione delle donne alla contrattazione collettiva. EFFAT si impegna a sviluppare un ambiente di lavoro paritario rispetto al genere promuovendo attivamente l'inclusione e l'uguaglianza di genere negli accordi e nei regolamentie garantendo l’eliminazione della violenza di genere sul posto di lavoro. 

In questa Giornata internazionale della donna, EFFAT invita a ridefinire il lavoro domestico e assistenziale non retribuito è considerato essenziale, spingendo le donne verso un futuro in cui l’uguaglianza prevale sulle norme di genere radicate. 

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi