L’accordo politico sulla due diligence apre una nuova era nella lotta contro l’impunità delle imprese

EFFAT, la Federazione europea dei sindacati alimentari, agricoli e turistici, applaude l'accordo politico sulla direttiva sulla due diligence sulla sostenibilità aziendale (CSDDD). Questa legge cruciale può affrontare gli abusi sul lavoro nelle catene di fornitura e nelle reti di franchising. Tuttavia, l’esclusione dei servizi finanziari dagli obblighi di due diligence è preoccupante.

Il recente accordo dei colegislatori dell’UE sulla direttiva CSDD rappresenta una pietra miliare significativa per i diritti umani e la tutela dell’ambiente nelle catene di fornitura e subappalto e nei sistemi di franchising. Mentre il testo finale è in attesa e i dettagli sono ancora in fase di definizione nelle riunioni tecniche, EFFAT celebra importanti vittorie.

Il testo stabilisce obblighi chiari per le aziende di affrontare i rischi reali e potenziali per i diritti umani e l’ambiente legati alle loro attività, filiali e rapporti commerciali. Le vittime di violazioni dei diritti umani legate alle imprese potranno ora ritenere le aziende responsabili dinanzi ai tribunali dell’UE se subiscono danni attraverso le operazioni delle società o i rapporti commerciali.

Rientrano nel campo di applicazione della direttiva anche le multinazionali con sede nell’UE e in paesi terzi che operano nell’UE attraverso sistemi di franchising. Questa è una grande vittoria per EFFAT, i suoi affiliati e tutti i lavoratori del settore dell'ospitalità. Le pratiche antisindacali perseguite dalle multinazionali dei fast food e degli hotel non rimarranno impunite e le vittime di violenza e molestie sul lavoro potranno finalmente chiedere giustizia e ritenere responsabili le società madri.

Il segretario generale dell'EFFAT Kristjan Bragason, commentando l'accordo politico, ha dichiarato:

“Questo accordo rappresenta una vittoria significativa per i lavoratori vulnerabili nelle filiere agroalimentari e nei fast-food in Europa e nel mondo. Il testo fornisce strumenti essenziali per perseguire la giustizia aziendale e prevenire le violazioni dei diritti umani nei nostri settori. Tuttavia, l’EFFAT ritiene che l’esclusione del settore finanziario sia un’occasione mancata”.

L'EFFAT si prenderà ora il tempo per valutare i dettagli del testo finale sperando in una rapida adozione da parte dei colegislatori nel 2024.

 

 

 

 

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi

Congresso 2019