#SOTEU | Lista dei desideri EFFAT

Settembre 11, 2023 | Sotto i riflettori

Mentre la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, si prepara a pronunciare il suo tanto atteso discorso sullo stato dell'Unione (#SOTEU) il prossimo 13 settembre, EFFAT spera di sentire qualche menzione tanto necessaria di piani concreti su come garantire un mondo più giusto società per milioni di lavoratori in Europa.

1 Ripristinare la pace in Ucraina

L’impegno dell’Europa a favore della pace e della democrazia dovrebbe rimanere incrollabile. Sottolineiamo la necessità di concentrare gli sforzi per trovare una soluzione pacifica al conflitto in Ucraina. Siamo di fronte ad una preoccupante escalation che potrebbe portare ad uno scenario ancora più drammatico. L'EFFAT invita la Commissione europea a impegnarsi attivamente in sforzi diplomatici e veri colloqui di pace per risolvere il conflitto e a continuare a fornire sostegno al popolo ucraino nella ricerca della pace e della democrazia.

2 Affrontare il crescente costo della vita

Di fronte all’aumento delle bollette energetiche e dei prezzi dei prodotti alimentari, molti europei sono ora preoccupati di arrivare a fine mese. Il prezzo dell’inflazione sulla vita lavorativa è stato scoraggiante. Ma mentre i pagamenti agli azionisti sono aumentati del 14% lo scorso anno, i salari sono cresciuti del 4%. L'EFFAT sostiene fermamente l'attuazione di misure urgenti per affrontare il mercato energetico e le speculazioni sulle materie prime alimentari, proteggendo i consumatori dall'aumento dei costi energetici e alimentari. Apprezzeremmo piani concreti sull’equità fiscale per impedire alle aziende di trarre profitto durante questa crisi e garantire che i lavoratori ricevano la loro giusta quota. Esortiamo la Commissione a stare lontana dall’austerità e a invitare gli Stati membri ad agire per un recepimento ambizioso della direttiva sul salario minimo.

3 Garantire una transizione giusta per i lavoratori

Un'altra preoccupazione fondamentale per l'EFFAT è garantire una transizione giusta che favorisca i lavoratori. I mesi estivi hanno portato notizie allarmanti di morti causate dal caldo estremo in settori come l’agricoltura e il turismo. È fondamentale che la Commissione europea agisca immediatamente per proteggere i lavoratori dagli effetti dannosi del cambiamento climatico. Ci aspettiamo che il discorso della Presidente Von der Leyen rompa il silenzio e ribadisca il suo sostegno all’ambizione del Green Deal dell’UE. Abbiamo bisogno di solide misure di mitigazione e adattamento climatico che tengano conto di considerazioni sociali, compresa la condizionalità sociale e il pieno coinvolgimento dei sindacati.

4 Adozione dell'iniziativa per un sistema alimentare sostenibile

L’UE dovrebbe rispettare il calendario e mantenere l’iniziativa dell’UE per un sistema alimentare sostenibile (SFS) affinché venga adottata prima del 2023. Dalla fattoria alla forcella L’iniziativa SFS rappresenta una chiara opportunità per innalzare gli standard lavorativi per milioni di lavoratori del settore agroalimentare in Europa e un passo cruciale verso un sistema alimentare più sostenibile e resiliente. Rispettare questo impegno sarebbe un forte segnale del fatto che la sostenibilità ambientale e sociale sono intrecciate e centrali in qualsiasi discorso sul futuro della politica alimentare e agricola.

5 Fine del lavoro precario 

L'EFFAT afferma fermamente che non esiste carenza di manodopera quando sono disponibili buoni posti di lavoro. Le condizioni di lavoro precarie non solo danneggiano i lavoratori, ma contribuiscono anche all’instabilità del mercato del lavoro. Sarebbe significativo sentire la presidente Von der Leyen sottolineare la necessità di passi concreti per affrontare le cause profonde della carenza di manodopera e garantire una forza lavoro stabile. La migrazione dovrebbe essere vista come un fenomeno strutturale che richiede una gestione adeguata piuttosto che come una fonte di manodopera a basso costo. I lavoratori mobili e migranti meritano dignità, rispetto e parità di trattamento sul lavoro. L’Europa deve compiere passi più grandi verso una politica migratoria dell’UE veramente inclusiva, basata sulla solidarietà tra gli Stati membri, accompagnata dallo sviluppo di percorsi migratori sicuri e legali.

L'EFFAT attende con impazienza di ascoltare questi argomenti critici affrontati nel discorso della presidente Von der Leyen e spera in azioni concrete da seguire a beneficio dei lavoratori in Europa.

#SOTEU

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi

Congresso 2019