Arrestare l'ondata di estrema destra attraverso una solidarietà internazionale rafforzata: EFFAT e IUF adottano una dichiarazione congiunta

marzo 15, 2023 | Sotto i riflettori

La prevalenza dei partiti di estrema destra nei parlamenti europei è in aumento, con quasi tutti i paesi che ora hanno una rappresentanza. È una responsabilità condivisa dei sindacati affrontare questo fenomeno e progettare collettivamente la nostra ferma risposta.  

Il 9 marzo, IUF ed EFFAT hanno organizzato il panel: "Il progresso dell'estrema destra e il ruolo dei sindacati" con personalità di spicco del mondo accademico, dei sindacati europei e internazionali. In conclusione, EFFAT e IUF hanno adottato una dichiarazione congiunta sull'impegno del nostro sindacato nell'affrontare questo problema. I relatori ospiti sono stati invitati a riflettere sull'ascesa del populismo di destra e su come i sindacati, basati sui valori fondamentali di uguaglianza e pluralismo, siano bastioni fondamentali delle società democratiche. 

Professoressa Daphne Halikiopoulou (Università di York, Regno Unito) iha insistito sul fatto che l'insicurezza economica piuttosto che il razzismo è alla base della fiorente estrema destra. In questo contesto, le forze progressiste devono stare attente a non emulare la destra e non semplificare eccessivamente questioni complesse, piuttosto dovrebbero concentrarsi e perseguire i loro principi e la loro conoscenza dell'inclusione sociale. 

Thomas Shannon (consigliere digitale della CES) incentrato sull'esperienza della CES nella progettazione di un approccio globale alla lotta al pericolo dell'estrema destra. Coordinando gli sforzi, istruendo i membri e sostenendo una migliore legislazione, la CES sta lavorando per garantire che i valori dei sindacati e della democrazia siano rispettati. 

Il nostro Vicepresidente EFFAT della FLAI-CGIL Andrea Coinu, ha sottolineato che l'ascesa dell'estrema destra ha minacciato e indebolito il dialogo tripartito tra Stati, lavoratori e datori di lavoro, a scapito dei lavoratori che si sentono ancora più emarginati. 

Michele Kessler (UFCW, USA), Presidente del Comitato dei Lavoratori e Alleati LGBTI dell'UITA, incentrato sui tentativi dell'estrema destra di soffocare la libertà di espressione all'interno della comunità LGBTQI+. In questo contesto, i sindacati hanno il dovere di continuare a difendere la diversità sessuale e di genere e rafforzare i loro sforzi come pionieri in questo settore. 

Siméon Toundé Dossou (UITA Africa) incentrato sulla necessità per i sindacati africani di resistere pacificamente al militarismo così come all'eredità moderna del vecchio colonialismo attraverso il mantenimento dello stato di diritto locale. 

Hidayat Greenfield (IUF Asia Pacifico) ha portato l'esempio dell'estremismo in Afghanistan, affermando che i sindacati hanno un ruolo fondamentale da svolgere nel garantire che i posti di lavoro siano giusti ed equi. Pertanto, la promozione dell'armonia sociale è la chiave per affrontare un regime estremista. 

Hector Morcillo (FTIA, Argentina) ha sottolineato che i sindacalisti, gli attivisti per i diritti delle donne e altri attori della società civile sono sottoposti a una crescente minaccia letale da parte dei governi di destra e dei gruppi fascisti in America Latina. Nel frattempo, le grandi società occidentali stanno sfruttando senza pietà le risorse naturali del continente in base alle leggi neoliberiste, esacerbando la povertà locale. È imperativo che i sindacati di tutto il mondo si battano per catene di produzione eque e solidi movimenti dei lavoratori. 

Kristjan Bragason e Sue Longley, rispettivamente Segretari generali EFFAT e IUF, ha concluso la tavola rotonda rinnovando il loro impegno a unire, organizzare ed educare i nostri membri, sostenendo leggi più solide e campagne d'azione pro-democrazia di grande impatto da parte di organizzazioni governative, sociali e sindacali.

IT – Dichiarazione EFFAT IUF sulla finale di estrema destra

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi

Congresso 2019