Il potenziale delle clausole specchio per il settore dello zucchero di barbabietola dell'UE

L'Associazione europea dei produttori di zucchero (CEFS) e la Federazione europea dei sindacati dei settori dell'alimentazione, dell'agricoltura e del turismo (EFFAT) riconoscono il potenziale delle clausole specchio nel sostenere il settore dello zucchero di barbabietola dell'UE e garantire condizioni di parità sul mercato mondiale.

Negli ultimi dieci anni la disponibilità di zucchero di paesi terzi sul mercato dell'UE è notevolmente aumentata a seguito dei numerosi accordi di libero scambio conclusi dall'UE. Ciò ha un impatto diretto sull'industria dello zucchero, che si sta ancora riprendendo dalla fine delle quote di produzione che ha comportato la chiusura di 15 stabilimenti dal 2017 e la perdita di migliaia di posti di lavoro.

Il settore europeo dello zucchero di barbabietola ha costantemente sostenuto la manodopera nell'UE, gli standard sanitari e ambientali per i prodotti alimentari e agricoli e ha lavorato duramente per mettere la sostenibilità al centro della produzione di zucchero dell'UE. Tuttavia, avere una legislazione ambiziosa all'interno dell'UE distorce la concorrenza se apriamo il mercato anche a paesi terzi che forniscono zucchero non conforme agli standard sociali e ambientali dell'UE.

Gli accordi commerciali devono rispettare le norme ambientali e sociali dell'UE. L'UE e i suoi Stati membri devono essere coerenti in tutte le loro diverse politiche e gli ambiziosi obiettivi ambientali del Green Deal dell'UE dovrebbero essere rispettati in tutti i diversi accordi commerciali.

Il CEFS e l'EFFAT chiedono clausole speculari come strumento commerciale in grado di garantire condizioni di parità per il settore, mantenere un elevato livello di standard sociali, sanitari e ambientali per i prodotti alimentari consumati nell'UE e incentivare i partner commerciali a migliorare l'occupazione e standard di produzione.

Il CEFS e l'EFFAT chiedono pertanto a tutto lo zucchero di paesi terzi che entra nel mercato dell'UE di:
– rispettare tutte le pertinenti convenzioni internazionali in materia di lavoro, diritti sociali e ambiente;
– rispettare la legislazione dell'UE e gli standard di produzione dell'UE, principalmente in materia di sostanze chimiche e prodotti fitosanitari, gestione dei nutrienti e gestione delle risorse idriche;
– rispettare la due diligence aziendale e la responsabilità aziendale.

Leggi la posizione completa del CEFS e dell'EFFAT sulle clausole speculari qui

Seguici anche sui social

FacebookYoutubeInstagramLinkedIn
Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Congresso 2019

%d blogger come questo: