Il comitato esecutivo dell'EFFAT adotta una risoluzione chiave sulle elezioni europee a Bruxelles

Ottobre 19, 2023 | Comunicato stampa

L'EFFAT ha convocato la riunione del suo comitato esecutivo a Bruxelles il 19 e 20 ottobre 2023. I membri hanno adottato all'unanimità una risoluzione che stabilisce un nuovo corso per l'impegno dell'EFFAT che porta alle prossime elezioni europee nel 2024.

I risoluzione, intitolato "Lotta per un'Europa migliore per i lavoratori" delinea la campagna dell'EFFAT per garantire un'Europa in cui i diritti e gli interessi dei lavoratori nei settori alimentare, agricolo, del turismo e del lavoro domestico siano prioritari e in cui il prossimo Parlamento e la Commissione dell'UE garantiscano l'equità, sostenibilità e diritti sociali sono tra le priorità dell’agenda europea.

Le questioni chiave che l'EFFAT ha identificato e incluso nella risoluzione includono:

  1. Contrastare il subappalto abusivo e regolamentare l'intermediazione del lavoro: L'EFFAT chiede l'attuazione di una direttiva UE che regola gli intermediari del lavoro e stabilisce condizioni di lavoro eque nelle catene di subappalto. Questa misura mira a garantire la parità di trattamento a milioni di lavoratori nei settori EFFAT. (Vedi proposta dettagliata qui)
  2. Stabilire un quadro di protezione per i lavoratori domestici in Europa: L'EFFAT richiede con forza che l'UE si assuma le proprie responsabilità e adotti iniziative chiare per proteggere i quasi 10 milioni di lavoratori domestici in Europa (vedi la nostra richiesta qui). Sebbene svolgano un ruolo cruciale all’interno dell’economia assistenziale dell’UE, continuano a essere tra i lavori più vulnerabili, sottovalutati, sottocompensati e ipervulnerabili in Europa.
  3. Garantire una transizione giusta che favorisca i lavoratori nei nostri settori: Il cambiamento climatico rappresenta una minaccia per la sicurezza e le condizioni di lavoro. L'EFFAT vuole che la transizione verde sia un'opportunità per i lavoratori nei nostri settori piuttosto che un'ulteriore minaccia. Un’opportunità per creare nuovi e migliori posti di lavoro con occupazione stabile, retribuzione equa e condizioni di lavoro avanzate. (vedi il dettaglio delle nostre proposte qui).
  4. Sostenere elementi sociali più forti nella prossima riforma della PAC: Sebbene il raggiungimento della condizionalità sociale abbia segnato un incredibile successo per i lavoratori agricoli in Europa, la PAC è ancora lontana dall’essere una politica giusta ed equilibrata. Continua a favorire principalmente i grandi proprietari terrieri a scapito dei piccoli agricoltori e dei lavoratori agricoli. L'EFFAT ritiene che la dimensione sociale della PAC dovrebbe essere ulteriormente rafforzata in occasione della prossima riforma della PAC nel 2027.
  5. Combattere la massimizzazione del valore per gli azionisti e realizzare un sistema alimentare veramente sostenibile: L'EFFAT sottolinea la necessità del lancio dell'iniziativa del sistema alimentare sostenibile. Le nostre richieste includono la creazione di un sistema alimentare sostenibile che garantisca la sicurezza alimentare globale, l’accessibilità economica e la sostenibilità ambientale e sociale. Ciò può essere raggiunto solo affrontando questioni sistemiche di lunga data che colpiscono gli attori vulnerabili della catena alimentare, come la concentrazione a vari livelli e le politiche commerciali dell’UE che considerano le specificità del settore agroalimentare. (guarda i detagli qui).

Inoltre, l'EFFAT e i suoi affiliati si impegnano a razionalizzare le proprie azioni con quelle pianificate dalla CES.

 

 

 

 

 

 

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Eventi

Congresso 2019