Buon anno dalle parti sociali di PHS

Gennaio 18, 2023 | Lavoratori domestici, Altro

Costruiamo il Dialogo Sociale nei settori SPF a tutti i livelli

Gennaio 18, 2023

Le parti sociali dei servizi alla persona e alle famiglie – EFFAT, EFFE, EFSI e UNI Europa – vi augurano un felice anno nuovo pieno di buona salute e successo.
L'anno scorso è stato un anno importante per noi come parti sociali nei servizi alla persona e alle famiglie (PHS), che impiega quasi il 5% della forza lavoro totale dell'UE.

Riconoscendoci reciprocamente come parti sociali nei settori SPF e adottando una strategia comune per i due anni successivi, abbiamo prosperato per un maggiore riconoscimento dei settori SPF. Siamo stati in prima linea e al centro delle attività di advocacy intorno alla strategia di assistenza dell'UE e abbiamo dato una voce forte ai settori SPF, alla sua forza lavoro, ai datori di lavoro di alto livello e alle parti interessate. Con il patrocinio dell'eurodeputata Sirpa PIETIKÄINEN e alla presenza di eurodeputati dei diversi gruppi politici, abbiamo tenuto una conferenza a
al Parlamento Europeo dal titolo “European Care Strategy: quali opportunità per i settori SPF?”. L'evento è stato un grande successo che ha visto la partecipazione di vari rappresentanti di cinque governi.

Abbiamo anche pubblicato un invito congiunto alla Commissione Europea per promuovere il pieno riconoscimento dei settori e dei lavoratori SPF in modo che i loro contributi e bisogni siano
adeguatamente considerato.

Nell'ambito del nostro impegno per sviluppare la capacità delle parti sociali e migliorare il dialogo sociale a livello nazionale e dell'UE, abbiamo presentato domanda per un progetto congiunto dell'UE per promuovere la
Dialogo nei Settori SPF per il quale si attende una risposta a febbraio. Questo progetto ci aiuterà a migliorare le condizioni e gli standard di lavoro attraverso la contrattazione collettiva
oltre a sostenere i datori di lavoro e i lavoratori di PHS per raggiungere luoghi di lavoro equi e sicuri. Come parti sociali, abbiamo evidenziato la predominanza del lavoro sommerso nei SPF
settori. Nel marzo 2022, siamo stati invitati a contribuire a un seminario online organizzato dall'ELA/Piattaforma europea contro il lavoro sommerso nell'assistenza e nel personale
e del settore dei servizi alle famiglie. A seguito del seminario, EFFAT, EFFE, EFSI e UNI Europa hanno pubblicato una serie di raccomandazioni congiunte che invitano gli Stati membri, il
L'Autorità Europea del Lavoro e la Commissione Europea ad attuare azioni concrete che contribuiranno alla riduzione del lavoro sommerso nei SPF.

Kristjan Bragason, segretario generale dell'EFFAT, ricorda che “i lavoratori domestici sono tra i lavoratori più vulnerabili in Europa, eppure così importanti. Mancando di riconoscimento, rimangono sottovalutati ed esclusi dai diritti fondamentali come qualsiasi altro lavoratore. Il dialogo sociale è fondamentale per il riconoscimento dei loro diritti, sia in Europa che a livello nazionale. Il lavoro domestico è lavoro e le lavoratrici domestiche non possono più aspettare”.

Marie Beatrice Levaux, Presidente di EFFE, chiede “Un 2023 ricco di sinergie tra le parti sociali. Sono fiducioso nelle nostre reciproche capacità di capirci
altro al fine di porre il settore domestico e dell'assistenza domiciliare al centro delle politiche sociali dell'UE”.
Per Herwig Muyldermans, presidente del FEIS, “Nell'ultimo anno sono stati compiuti progressi sostanziali e ne siamo lieti. Il FEIS è profondamente impegnato a perseguire a
un dialogo strutturato e più forte a livello dell'UE per aiutare il settore a ottenere il riconoscimento che merita e ad affrontare le numerose sfide che deve affrontare a vantaggio dei lavoratori
e gli utenti allo stesso modo”.

Il Segretario Regionale di UNI Europa Oliver Roethig afferma che “Affrontare il lavoro sommerso, lo sfruttamento del lavoro e la scarsa copertura della contrattazione collettiva: il nostro lavoro congiunto nel 2022 ha dimostrato che le sfide che i lavoratori dell'assistenza domiciliare e dei SPF devono affrontare possono essere affrontate solo attraverso la contrattazione collettiva e un forte dialogo sociale a tutti i livelli. In qualità di parti sociali europee dei SPF, riaffermiamo con forza il nostro impegno per un maggiore riconoscimento dei lavoratori e dei settori dei SPF negli anni a venire”.

Con la nostra nuova strategia in atto per il prossimo anno, noi come parti sociali di PHS continueremo a promuovere azioni per raggiungere gli obiettivi correlati del nostro programma di lavoro per il 2023 e
affrontare eventuali ulteriori sfide rilevanti attraverso una solida difesa settoriale. In particolare, alimenteremo l'Anno europeo delle competenze 2023.

Il nostro lavoro congiunto ha aperto la strada all'aumento del valore, del riconoscimento e della professionalizzazione di un settore in continua crescita ed esigente che, pur impiegando
un vasto numero di quasi 10 milioni di lavoratori – presenta alcune delle condizioni di lavoro più precarie in Europa.
Infine, è con tristezza che condividiamo la scomparsa di Myrtle Witbooi, Presidente della International Domestic Workers Federation.
Mentre la piangiamo, celebriamo la sua eredità ispiratrice di combattente, attivista e leader sindacale per tutta la vita che ha fatto così tanto per il riconoscimento dei lavoratori domestici
In tutto il mondo.

Kristjan Bragason,
Segretario Generale EFFAT

Marie Beatrice Levaux,
Presidente dell'EFFE

Herwig Muyldermans,
Presidente del FEIS

Oliver Roethig,
Segretario regionale di Uni Europa

Dichiarazione congiunta di felice anno nuovo delle parti sociali di PHS [ITA]

Seguici su

Leggi la nostra ultima newsletter

Responsabile Campagne


Congresso 2019